Turchia. SACRIFICI UMANI PER IL MOLOCH

635341302911205667«Una tragedia senza fine», scriveva ieri La stampa a proposito della strage dei minatori di Soma. La tragedia, beninteso, si chiama Capitalismo.

«Tutta la storia dell’industria moderna mostra che il capitale lavora senza scrupoli e senza misericordia per precipitare tutta la classe dei salariati a un livello della più profonda degradazione» (K. Marx, Salario, prezzo e profitto).

Il premier turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato che «Gli incidenti sul lavoro sono normali». Il suo cinismo è all’altezza della cinica dimensione sociale nella quale TUTTI gli individui di questo capitalistico pianeta vivono. I proprietari della miniera di Soma qualche mese fa tessevano le lodi alla politica aziendale implementata negli ultimi anni, la quale sarebbe riuscita ad «abbattere i costi» e a far «ritornare gli utili». Abbattere costi e magari uomini, «capitale costante» e «capitale umano»: è la stringente logica dell’economia basata sulla ricerca del massimo rendimento possibile per il capitale investito. E la sicurezza sul posto di lavoro? È un puro costo è va trattato come tale. Non occorre essere necessariamente un “devoto” dell’ubriacone di Treviri per sapere l’ABC dell’economia capitalistica.

Nella miniera di Soma si celebra dunque l’ennesimo sacrificio offerto al Moloch.

Adesso gli statalisti basati in Turchia e in Europa diranno che la responsabilità di questa tragedia cade interamente sulla «selvaggia privatizzazione» delle miniere turche, come se ai bei tempi del carbone di Stato analoghi «incidenti sul lavoro» non si fossero mai verificati. Ai salariati i difensori dello status quo sociale cercano sempre di vendere merce avariata. Non importa se dal governo o dall’opposizione, se da “destra” o da “sinistra”.

Papa Francesco nelle prossime ore sicuramente dirà qualcosa a proposito dell’avidità umana, più altre banalità politicamente corrette che fanno andare in visibilio il gregge dei buoni di spirito. Buon per lui e per una delle più grandi agenzie politico-ideologiche del pianeta poste al servizio del Demonio. Pardon, del Dominio.

635341302911361667«L’assurdità del capitalismo totalitario, la cui tecnica di soddisfazione dei bisogni rende quella soddisfazione impossibile, tende alla distruzione dell’umanità. […] Tutti questi sacrifici superflui sono necessari» (M. Horkheimer, T. W. Adorno, Dialettica dell’illuminismo). Il dominio sociale capitalistico è ormai da tempo divenuto superfluo. Ma i sacrificati al Moloch (tutti noi) non l’hanno ancora capito, e sopravvivono confidando nella buona sorte e versando amare lacrime nelle luttuose occasioni chiamate «incidenti sul lavoro». Non c’è dubbio: «Una tragedia senza fine».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...