LA “DERIVA” DELL’ANTIFASCISMO DURO E PURO SULLA QUESTIONE UCRAINA

2Con ritardo mi sono imbattuto nell’interessante articolo di Andrea Ferrario dedicato alla «deriva di una parte della sinistra riguardo all’Ucraina». Ai miei occhi l’artico appare interessante soprattutto perché l’autore si riconosce pienamente nella «sinistra anticapitalista» italiana, quella che, per intenderci, fa dell’antifascismo militante il punto politico (e identitario) dirimente e discriminate più importante. Chi scrive, invece, non ha mai aderito all’antifascismo mainstream di matrice resistenzialista, e l’ha anzi sempre combattuto ritenendolo una forma particolarmente odiosa di ideologia al servizio dello status quo sociale.

A mio parere la lamentata «pericolosa deriva di settori del movimento» sulla questione ucraina (o su quella siriana) non è dovuta a «scivoloni», come crede Ferrario, ma a una griglia concettuale di stampo stalinista (e, per estensione, maoista e terzomondista) che nei fatti e sottotraccia non ha mai cessato di informare la teoria e la prassi di gran parte della «sinistra anticapitalista» italiana ed europea.

GORBACHEV-CHIESA_PressConference2006Da Facebook (20 maggio):

DALLA RUSSIA CON AMORE

Scrive Fosco Giannini (Marx XXI) a proposito della cosiddetta «manifestazione antimperialista e antifascista» di sabato 17:

«In piazza vi sono le televisioni nazionali russe: sono intervistati, e rispondono in lingua russa, Giulietto Chiesa e Luigi Marino. Ma molti sono i compagni della piazza cercati dai giornalisti russi». Nella mia enorme ingenuità non so spiegare il motivo di cotanto interesse dei massmedia basati nell’Imperialismo Russo per la manifestazione di gente che si dichiara «antimperialista». Misteri della fede (geopolitica).

Chiedo a Giulietto Chiesa: “Che ne pensi, com’è andata?”. “ È stata una grande cosa – risponde Chiesa –, specie in relazione al massiccio dispiegamento di forze politiche, culturali e mediatiche volte a deformare le notizie sull’Ucraina, a portare acqua al mulino dell’imperialismo”». Inutile dire che il simpatico Chiesa conosce un solo Imperialismo: quello di stampo occidentale centrato sugli Stati Uniti d’America. Per certi “antimperialisti” la Russia e la Cina rappresentano l’Asse del Bene. Certo, si fa fatica a crederlo, ma la realtà supera sempre, e di molto (oltre il parossismo, sovente) ogni più fervida (o contorta) immaginazione.

Ma ascoltiamo ancora il Chiesa-pensiero, e tratteniamo il respiro (o la sghignazzata): «Abbiamo bisogno di far capire agli antifascisti ucraini, ai compagni del Partito Comunista ucraino, al popolo e al governo russo e a tutto il mondo antimperialista che anche in Europa e in Italia in molti hanno capito e scendono in campo contro il nazifascismo. E oggi questo obiettivo è stato colto: le televisioni russe che sono qui in piazza Verdi già stasera, 17 maggio, manderanno in onda il servizio sul sit-in e a guardarlo saranno circa quaranta milioni di telespettatori russi». Qualcuno può dire all’uomo di Pandora TV che, se Marx vuole, la Russia di Stalin è morta e sepolta da qualche annetto a questa parte? Dite che lo sa? E che pure la Russia di Gorbaciov è andata a sgualdrine? Anche questo sa. A questo punto non so che dire. Diciamo.

«La manifestazione è forte e tranquilla», scrive con legittimo orgoglio antimperialista Giannini; «i compagni sono soddisfatti di come è andata, contenti dell’esito del duro lavoro fatto per farla riuscire». Mentre io mi esibisco in inutile chiacchiere, che si risolvono in un oggettivo fiancheggiamento dell’Imperialismo (quello solito: occidentale), «i compagni» agiscono e praticano l’antimperialismo. Di qui, la simpatia del governo russo e l’interesse dei media russi per «i compagni». A occhio, c’è qualcosa che non quadra. Ma cosa? Cosa?

LO STALINISMO NON È (PURTROPPO) UN’OPINIONE!

VARATE LE NUOVE “INIQUE SANZIONI” CONTRO LA RUSSIA

CRISI UCRAINA E “IMPOTENZA EUROPEA”

IL PUNTO SULLA “QUESTIONE UCRAINA”

È SCOPPIATA UNA NUOVA GUERRA FREDDA?

SULLA CRIMEA E SUL MONDO

DUE PAROLE SULLA CRIMEA

ESSERE VLADIMIR PUTIN

FANTAPOLITICA!

HOLOMODOR!

ULTIM’ORA DALL’UCRAINA!

KIEV. ANCORA SANGUE A PIAZZA MAIDAN

L’UCRAINA E I SINISTRI PROFETI DI CASA NOSTRA

L’IMPERIALISMO ENERGETICO DELLA RUSSIA

L’UCRAINA DA LENIN A LUCIO CARACCIOLO

QUANDO UNA STATUA DI LENIN (O DI MARX) CADE

INTRIGO UCRAINO

Un pensiero su “LA “DERIVA” DELL’ANTIFASCISMO DURO E PURO SULLA QUESTIONE UCRAINA

  1. Pingback: CONTINUA IL BAGNO DI SANGUE IN UCRAINA | Sebastiano Isaia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...