NON È DI QUESTO VELENO CHE L’UOMO MUORE

 

– Non schiacciarlo! disse il bambino al pastore armato di clava.

– Ma è il serpente più velenoso che abbia mai intralciato il mio cammino! gridò infuriato il pastore indicando la bestia.

Lo so, disse il bambino, ma tu non schiacciarlo lo stesso. Non avere paura del serpente, perché non è di questo veleno che l’uomo muore.

Ho sempre amato l’immagine del bambino, la creatura più innocente e indifesa che possiamo concepire, che gioca con gioia con le bestie più terribili: leoni, serpenti, ragni, iene. Quasi tutte le religioni mondiali, e non solo quella ebraica, offrono questa poetica fantasia.

In questa ingenua immagine non ho mai letto un’indomabile brama di dominio dell’uomo sulla natura, ma piuttosto il suo desiderio di umanizzare l’intero Creato, natura compresa. Che poi questo desiderio oggi possa concretamente realizzarsi proprio in grazia del millenario dominio dell’uomo sull’uomo e sulla natura che ci sta alle spalle, ebbene ciò è un fatto “dialettico” che ci deve sicuramente far riflettere.

Coloro che, in nome di una società «ecologicamente sostenibile», infieriscono sulla nostra arrogante pretesa di considerarci i padroni del pianeta (oggi, ad esempio, è di moda Dimenticare Cartesio, come recita il titolo di un recente libro ecologicamente corretto: l’ideologia del Capro Espiatorio dilaga dappertutto!), farebbero bene a interrogarsi se, invece di colpire quella volontà di dominio e di sfruttamento, essi in realtà partecipano all’universale annichilimento dell’individuo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...